Tinder: il colpo di fulmine diventa digitale

Una volta se si voleva conoscere qualcuno si dovevano frequentare locali, corsi di danza, attività varie all’aria aperta o al chiuso. Poi sono nate le app di incontri; inizialmente chi le usava erano solo alcuni soggetti, chi per curiosità, chi semplicemente per cercare qualcuno con cui fare sesso la sera stessa. Oggi le cose stanno cambiando in modo velocissimo: sono moltissimi i giovani e giovanissimi che si incontrano proprio attraverso le app e i siti di incontri, Tinder in testa. Il colpo di fulmine è ancora una realtà, solo che avviene dopo uno “swipe”, il metodo più veloce per dichiarare a qualcuno che ti piace e che sei pronto ad uscire insieme. Se vuoi approfondire al meglio come funziona Tinder puoi consultare questa recensione, ricca di particolari sul sito.

Cos’è Tinder

Tinder è un sito nato per fare incontri con persone che ci piacciono; ormai disponibile da lungo tempo, il sito si è munito da anni di una comoda applicazione per smartphone, che rende ancora più veloce trovare qualcuno nelle vicinanze o mettersi alla ricerca di un’avventura o di un amore. Si perché se alcuni utilizzano Tinder quasi esclusivamente per fare sesso in modo veloce e occasionale, altri invece sfruttano l’app proprio per conoscere nuova gente, non si sa mai che scocchi il colpo di fulmine. Del resto sono tantissime le persone iscritte al sito, il database comprende soggetti di tutto il mondo, tra i quali è possibile filtrare per età, sesso, residenza, disponibilità e così via.

L’amore ai tempi di internet

Tutto è cambiato da un tempo o si tratta solo di sostituire i “luoghi” di incontro? Molto probabilmente la risposta giusta è la seconda; se una volta era più facile avere del tempo libero, da trascorrere nel bar vicino a casa o in una palestra dove andavano tutte le persone del quartiere, oggi le cose sono cambiate enormemente. Molte persone, compresi i giovani, hanno diversi impegni nel corso della giornata, che non permettono di incontrarsi come si faceva un tempo. Per altro sempre più spesso anche mentre si svolge un’attività fuori di casa difficilmente ci si mette in un atteggiamento disponibile e aperto verso l’altro. Anzi, molti in palestra ascoltano musica con le classiche cuffiette ed evitano anche lo sguardo di chi gli sta attorno. La necessità di trovare altri metodi di incontro è dettata anche dalle nuove abitudini, che tendono a renderci più guardinghi e sospettosi dell’altro.

Come usare Tinder

Tinder non è altro che una trasposizione digitale del vecchio bar di quartiere, solo che ha migliaia di sale e ingressi che si trovano in ogni parte del globo. Forse questo è il vero melting pot, quel crogiuolo di culture che sembrava stesse per nascere ma non si è mai in effetti reso reale. Chi vuole incontrare qualcuno lo può fare utilizzando una app per lo smartphone; bastano pochi secondi per attivare il proprio account e dire qualcosa di sé, subito dopo si può cominciare a cercare chi ci sta intorno, ciò che desidera e cosa vuole fare stasera. L’importante è avere le idee chiare, perché su Tinder è un attimo passare dal saluto al letto, meglio indicare se si sta cercando il colpo di ful

In Tema

Commenta