Scegliere e installare l’antifurto di casa: i consigli da tenere sempre a mente

Prevenire i furti e le intrusioni di malintenzionati in casa è un imperativo a cui non ci si può sottrarre: impossibile riuscirci, però, senza l’aiuto della tecnologia. Una necessità di questo tipo si rivela ancora più impellente nel caso in cui in appartamento siano presenti dei bambini: proteggere il patrimonio e i beni più costosi è importante, ma lo è ancora di più tutelare i propri cari, specialmente se sono fragili e indifesi. Insomma, per chi non ha ancora acquistato un sistema di allarme, è giunto il momento di provvedere, approfittando del fatto che nel corso degli ultimi anni la tecnologia ha compiuto passi in avanti molto importanti, mettendo a disposizione un vasto assortimento di dispositivi all’avanguardia.

Gli antifurti a infrarossi

Tra i sistemi di allarme che possono essere presi in considerazione per una casa più sicura ci sono gli antifurti a infrarossi, che funzionano attraverso un fascio di raggi a infrarossi che sono disposti a rete. Nel momento in cui il fascio di luce viene interrotto, per esempio a causa del passaggio di un estraneo, il sistema scatta in automatico. Un allarme di questo genere deve essere collocato all’ingresso della casa, e si attiva ogni qual volta un soggetto non autorizzato oltrepassa la soglia.

I sensori per le finestre e per le porte

Nel novero dei dispositivi per la sicurezza della casa a cui ci si può affidare ci sono anche i sensori per le finestre e per le porte: i più diffusi sono quelli magnetici, che sono progettati per essere applicati sugli infissi ed emettere un segnale che viene inviato alla centralina, in modo che possa scattare l’allarme. I sensori sono composti da due elementi: uno viene posizionato sulla parte mobile della finestra o della porta, mentre l’altro si mette sul telaio. Quando la finestra o la porta vengono aperte da un estraneo, i due sensori si separano, ed è così che viene generato il segnale destinato alla centralina.

I sensori volumetrici

Oltre ai sensori magnetici per le porte e le finestre sul mercato si possono trovare anche quelli volumetrici, che sono destinati agli spazi molto ampi e agli ambienti di grandi dimensioni, inclusi i giardini e i cortili esterni. Anche in questo caso, qualora vengano ravvisati dei movimenti considerati sospetti viene emesso un segnale ad hoc.

Gli impianti a microonde

Un ulteriore dispositivo decisamente avanzato dal punto di vista tecnologico può essere individuato nell’impianto a microonde: in questo caso vengono diffuse delle onde elettromagnetiche nell’ambiente per effetto dei sensori. Nel momento in cui la presenza di un corpo estraneo determina un cambio nella frequenza, la diffusione delle onde viene alterata, e così parte il segnale che fa entrare in azione l’allarme. Questo tipo di antifurto dovrebbe essere installato da una ditta specializzata, anche se in realtà il ricorso a professionisti del settore dovrebbe valere per ogni genere di allarme, a meno che non si decida di acquistare un kit fai da te.

Trovare l’antifurto giusto su Antifurtocasa.biz

Grazie ad Antifurtocasa.biz chiunque ha l’opportunità di trovare l’antifurto casa più adatto alle proprie esigenze anche grazie alle numerose informazioni che vengono messe a disposizione degli utenti. Su questo sito, per esempio, è possibile scoprire quali sono le case di produzione più importanti nel settore, anche distinguendo tra i prodotti professionali e quelli semi professionali. Dagli impianti cablati a quelli wireless, ognuno si può imbattere nelle soluzioni che meglio rispecchiano le sue necessità e le sue aspettative.

In Tema

Commenta