Quanti difetti visivi esistono al mondo?

Sono tantissimi i difetti visivi che si possono riscontrare nella popolazione mondiale, solo alcuni però rientrano tra i più diffusi e conosciuti.

Alcuni possono insorgere sin dalla nascita, altri invece compaiono con il passare del tempo, a causa dell’età che avanza oppure a seguito di esposizioni a fonti di luce dannose per la salute degli occhi. In ogni caso ovviamente è bene riconoscerli in tempo e soprattutto farli valutare da medici competenti.

Difetti visivi più diffusi – Quali sono?

Tra i difetti visivi più diffusi è possibile trovare senza ombra di dubbio la miopia, l’astigmatismo e l’ipermetropia. Non a caso le migliori aziende produttrici di lenti si sono specializzate proprio su di loro.

Ad esempio le lenti Essilor per miopia, ipermetropia e astigmatismo sono il frutto di costanti studi sul sistema visivo, che hanno generato protesi visive di alto livello, gettonate su tutto il territorio nazionale e non.

Nel dettaglio la miopia consiste in una cattiva visuale degli oggetti posti a notevole distanza. A volte appare difficile da riconoscere in quanto non sempre gli oggetti lontani appaiono sfocati e poco nitidi. Anche in questo caso la miglior soluzione è interpellare un oculista o un ottico.

L’ipermetropia invece causa disagi nel mettere a fuoco oggetti vicini, ed è il problema più frequente nelle persone che amano leggere, fare le parole crociate, cucire e dilettarsi in lavori e hobby da svolgere con le mani o su una superficie non molto distante dagli occhi.

Altro difetto visivo diffuso è l’astigmatismo che prevede una malformazione della cornea. Quest’ultima invece di essere perfettamente sferica, appare come un pallone da rugby, ovvero come una sfera schiacciata. Ovviamente quest’anomalia della cornea causa immagini distorte, prive di bordi nitidi e contrasti netti.

Solitamente tutte le problematiche sopra riportate vengono risolte attraverso l’utilizzo di occhiali da vista di qualità, lenti a contatto di prima scelta o operazione chirurgiche. 

Patologie oculari – Insidiose tanto quanto i difetti visivi

Esistono tantissime patologie oculari che seppur meno chiacchierate rispetto ai difetti visivi, creano problematiche non di poco conto. Tra le patologie oculari più diffuse troviamo la cataratta, causata da un cristallino opaco e poco efficiente ed il cheratocono, che consiste in una malformazione della cornea. Il cheratocono potrebbe ricordare l’astigmatismo, ma a differenza di quest’ultimo è una patologia degenerativa non infiammatoria che si sviluppa tra i 10 ed i 35 anni di età. Altra patologia degli occhi è la degenerazione maculare senile, tipica dell’avanzare dell’età, che porta ad una diminuzione molto consistente della vista. Per ultimi ma non per importanza: il glaucoma, che causa danni al nervo ottico fino a portare alla cecità e al distacco della retina, che invece di rimanere nella parte posteriore dell’occhio, si sposta, assumendo posizioni diverse. A queste patologie se ne sommano molte altre, più o meno riconoscibili in tempo. Ecco quindi che è bene prestare attenzione anche alle visite periodiche dall’oculista, meno frequenti rispetto ad altre, ma comunque necessarie.

In conclusione è possibile dire che il mondo del sistema visivo è veramente molto articolato, ricco di patologie, difetti visivi ed altre problematiche, che solo un team di esperti nel settore può risolvere.

Lascia un commento