Mestruazioni e disturbi del ciclo mestruale

Le mestruazioni sono un evento normale nella vita di una donna. Pochi sono i problemi e molti di questi sono annunciati da variazioni nel normale ciclo femminile: è importante che le donne osservino questi cambiamenti rispetto al circo normale e non rispetto a ciò che accade mediamente a ciascuna donna. Gli organismi sono ognuno diverso dall’altro, questo non va dimenticato. La secrezione mestruale è costituita da muco, sangue e parti della mucosa uterina; anche se sembra abbondante, nella media non superano mai i 50 ml.

Variazioni del ciclo possono essere provocate da tensioni, lunghi viaggi e metodi contraccettivi. Sulla mestruazione esistono miti e leggende, sia di tipo culturale, sia religioso, come per esempio quella relativa a non doversi mai lavare i capelli durante il ciclo oppure non avere rapporti sessuali. In realtà, a parte le problematiche che il ciclo comporta a livello di umore, divenute quasi proverbiali, non c’è alcun motivo per non continuare a vivere come se fosse un giorno normale.

Come anche nel caso della menopausa, durante le mestruazioni avviene una variazioni della presenza degli ormoni femminili nel sangue, il che comporta spesso dei vistosi cambiamenti, percepibili prima di tutto a livello umorale. Nelle reazioni e nelle emozioni. Le mestruazioni possono essere controllate o del tutto soppresse tramite l’uso del contraccettivo. Ci sono anche metodi di regolazione del flusso mestruale. Ad ogni buon conto i disagi che si sentono vanno sotto la denominazione collettiva di sindrome premestruale.

I problemi durante il ciclo

spmCome detto, per analizzare la normalità di un ciclo mestruale non occorre consultare internet e fare riferimento all’esperienza di altre donne. Il vero banco di prova è il proprio fisico. Se il ciclo è anormale vuol dire che si differenzia da quello che normalmente si ha con regolarità. La regolarità del ciclo è dunque personale. I casi più comuni di disturbi del ciclo mestruale sono comunque, la dismenorrea, cioè il dolore vero e proprio dovuto al ciclo, che spesso costringe a forzati turni di riposo a letto, o sul divano a casa. Invece se le mestruazioni non arrivano oppure si spengono improvvisamente, si parla di amenorrea. Ovviamente la causa principale dell’amenorrea è lo stato di gravidanza, ma può anche essere dovuta a dei cambiamenti nello stile di vita. Ad esempio, una dieta improvvisa o l’indulgere nel dimagrimento fino a comportare problemi psicologici come l’anoressia o al contrario, la bulimia, può dar vita a questi problemi. L’oligomenorrea è un caso di mestruazioni meno frequenti, con cicli mancanti. Le mestruazioni abbondanti danno luogo a una vera e propria mini emorragia con conseguenze facilmente immaginabili: sintomi di anemia, stanchezza, fame, sonnolenza, svogliatezza e pallore.

La gravidanza è certamente la modificazione più rilevante che può occorrere al ciclo, infatti il primo sintomo della gravidanza è il cosiddetto ritardo, che poi si conclama nel vero e proprio stato interessante. La ricomparsa delle mestruazioni avviene dopo il parto, a distanza in genere di un mese e mezzo, ma anche dopo tempi più lunghi, soprattutto durante il periodo dell’allattamento.

In Tema

Commenta