Dallo specchio ai sanitari: sono i dettagli a fare un bagno chic

I dettagli, si sa, fanno la differenza. Ed è così anche per quanto riguarda l’arredamento del bagno che è uno degli ambienti più difficili da arredare. Questo perché gli oggetti da tenere in considerazione sono davvero tanti.

Uno degli oggetti più importanti è lo specchio. Lo specchio infatti sempre più spesso arreda, illumina, a volte anche contiene e, se di grandi dimensioni, regala la sensazione di uno spazio più ampio. Lo specchio si può anche acquistare come accessorio indipendente da coordinare a piacere al lavabo e agli altri arredi. In questo caso è importante trovare il giusto abbinamento scegliendo forma, stile e colore che meglio si integrano nell’ambiente.

Importante sono anche le dimensioni e le proporzioni rispetto al lavabo e all’eventuale mobile che lo ospita. Rotondo, ovale, quadrato, rettangolare o asimmetrico, lo specchio può avere cornici sottili o spesse (nei più svariati materiali: in legno, metallo, materiale plastico o anche ceramico) oppure non averne affatto come vuole la tendenza che predilige un effetto minimale.

Sobrio, tradizionale, elegante, classico o ultramoderno, anche lo specchio ha un suo stile. I modelli dal design originale e d’impatto si possono benissimo utilizzare anche in altri ambienti, come in camera o in corridoio. La maggioranza degli specchi per il bagno è dotata di illuminazione (quelli di ultima generazione di LED a basso consumo); la luce può essere incorporata (specchio retroilluminato) o esterna (faretti da agganciare ad esso o applique a parete).

Per un bagno sempre più chic bisogna prestare molta attenzione al lavabo. Quadrato o rettangolare, di grandi o piccole dimensioni, il lavabo squadrato conferisce un’immagine rigorosa al bagno. Può essere da appoggio su una console o una mensola oppure anche sospesi, installati direttamente a parete tramite staffe.

Alcuni lavabi squadrati hanno un’altezza importante che ricorda quella delle bacinelle per fare il bucato, altri sono invece più bassi. Ve ne sono anche con i bordi molto sottili e leggermente sagomati, che ingentiliscono le forme geometriche, con superficie brillante od opaca.

Prevalentemente scelti per bagni contemporanei, i lavabi squadrati si abbinano bene anche a soluzioni d’arredo vintage. Sono realizzati in tradizionale ceramica o in materiali di ultima generazione che grazie alla malleabilità permettono di avere giunture invisibili e forme dal design originale.

Al lavabo va poi abbinato un rubinetto importante, di grande qualità, che sia anche bello da vedere. Per farsi un’idea si può visitare la sezione rubinetteria del sito Idroclic in cui è presente un’ottima selezione.

Passiamo ora ai sanitari. Per creare un effetto di maggiore spazio negli ultimi anni si opta sempre più per i sanitari sospesi. Per questo motivo sono particolarmente adatti anche ai bagni piccoli. I sanitari sospesi si presentano, oltre che nella tradizionale ceramica bianca, anche in tonalità pastello o naturali, con misure generalmente più compatte rispetto ai modelli tradizionali a terra.

Quello che più spesso si dice a proposito dei sanitari sospesi è sicuramente che rendono più facile pulire il pavimento. Vantaggio che, potrà sembrare banale, nella pratica quotidiana non è del tutto indifferente. Per l’installazione, non richiedono di rompere il pavimento; il lavoro viene eseguito a parete. Un’opzione questa, dunque, da prendere seriamente in considerazione.

Avete preso nota di tutti i dettagli da considerare per il vostro bagno?

Commenta