Come avere successo nella vita

Uno dei motivi per cui non si ha successo nella vita dipende dal fatto che non si affrontano le situazioni. Procrastinare è sbagliato. Immaginiamo di procedere in auto verso il nostro ufficio, mattina dopo mattina. Un giorno la spia dell’olio inizia a lampeggiare, poi diventa fissa, e noi facciamo finta di nulla. Cosa succederà prima o poi? Un guasto al motore è il minimo. A questo punto dobbiamo chiederci una fondamentale domanda: chi aveva bisogno della messa a punto? Noi o la macchina? È ovvio che la risposta valida è solo una. Noi. L’abitudine a non risolvere i problemi è dietro la maggior parte dei fallimenti. Una vita di successi è una vita caratterizzata da decisioni. Le decisioni sbagliate portano spiacevoli conseguenze, ma se sono fatte con intenzioni di rischiare e avere successo, se sono ponderate, sono comunque meglio di decisioni mai prese.

Conosco un amico che è bravissimo a scrivere, a raccontare storie, è un grande lettore e da venti anni mi parla della prossima pubblicazione di un romanzo che non ha mai portato a termine. Per quale motivo non l’ha fatto? Ora, osservando la sua vita dall’esterno non posso giudicarlo negativamente: si è sposato, ha messo su famiglia, ha un discreto lavoro nella pubblica amministrazione. Ma ogni volta che può sembra vivere del rimpianto di non aver mai scritto quel libro: ora non ha tempo, non ha voglia, sente di aver perso l’entusiasmo. Io ho provato a spronarlo, ma è il primo a non aver fiducia in sé stesso e a non volere veramente ciò che dice di desiderare. Perché è successo che una persona dotata di questi talenti, li sprecasse per una vita ordinaria fatta di rimpianti? Perché si fanno scelte, o al peggio non se ne fanno.

IF

IF

L’insoddisfazione cova in quelle persone che non riescono a portare a termine i proprio obiettivi. I procrastinato professionali prima o poi, nel loro quotidiano cammino, incontrano la spia rossa lampeggiante. Eppure pensano di avere sempre tempo a disposizione, per fermarsi e rifornire d’olio l’auto e fare una messa a punto. Invece, giorno dopo giorno, arrivano all’esaurimento nervoso, che prima o poi farà esplodere la situazione. La mancata soddisfazione è alla base di molte rotture familiari e sta dietro scelte sbagliate. Una buona filosofia per avere successo è quella di sottoporre ogni azione a un giudizio logico, preventivo, non lasciarsi insomma veicolare dall’istinto. Questo dobbiamo lasciarlo alle scelte sentimentali, non possiamo permettere di essere troppo rigidi o schematici col cuore, a meno di non aver a che fare con un potenziale partner distruttivo, è nella professione che dobbiamo pensarci due volte. Spesso le persone che non hanno successo sono contraddistinte da caratteristiche negative in comune: tendono a procrastinare, hanno dipendenze molto forti per cose assolutamente inutili e dannose, perdono tempo in chiacchiere, sono insicure e invidiose, attribuiscono ad altri il motivo per cui non hanno successo. Se invece prima di ogni cosa che facciamo, che è infruttuosa palesemente per raggiungere l’obiettivo, ci domandassimo: ma nell’ottica di raggiungere il mio risultato, ciò che sto per fare, in che direzione va? Se va in direzione contraria, se toglie tempo, risorse, innesca sprechi e discussioni, meglio non farla. Non vi ho detto tutto del mio amico potenziale scrittore: è un appassionato di calcio, anche troppo, lo segue così tanto che passa le ore libere davanti alla TV. Forse era meglio guardarla di meno e scrivere di più, che dite?

In Tema

Commenta