10 cose da sapere sulla rinite allergica

La rinite allergica consiste in una malattia abbastanza comune, che colpisce circa tre persone su dieci in Italia. Si tratta di una infiammazione della mucosa nasale, a causa di una abnorme reazione immunologica agli allergeni (polvere, polline…). Il corpo, quindi, produce IgE, anticorpi, che però danno inizio alla reazione allergica.

La rinite allergica è quindi una problematica diffusa, ma in tanti non sanno molto su questo problema che colpisce sia adulti che bambini. Vediamo quindi 10 cose da sapere sulla rinite allergica, per conoscere più da vicino questo problema di salute.

  1. La rinite allergica viene classificata sulla base dei sintomi e della loro intensità. In base a questo, si può parlare di rinite lieve, persistente (se dura più di 4 giorni alla settimana per più di 4 settimane), o di rinite allergica lieve, moderata o grave a seconda dell’intensità dei sintomi che causa.
  2. La rinite allergica si diagnostica sulla base di test allergologici come il prick test per allergeni inalanti: si tratta di un test indolore e permette di avere una risposta rapida. In taluni casi si parla anche di asma allergica.
  3. La rinite allergica spesso e volentieri presenta sintomi che ricordano quelli del raffreddore, ecco perché diagnosticarla non è semplice. Per potersi accorgere della differenza fra rinite allergica e raffreddore bisogna controllare alcuni parametri: la rinite si manifesta tipicamente nella stagione primaverile, ha una durata maggiore del raffreddore ed è spesso associata ad asma o congiuntivite.
  4. Una moderna terapia contro la rinite allergica è quella vaccinale. Essa consiste nell’inoculazione di piccole quantità di allergene nel corpo allo scopo di abituare l’organismo a riconoscere l’allergene, perché eviti di scatenare la reazione immunologia. In genere questa terapia dura dai 3 ai 5 anni e migliora nettamente la vita di chi soffre di rinite allergica.
  5. Dalla rinite allergica è possibile guarire. Uno dei modi per guarire è quello dell’uso del vaccino anti allergia sopra descritto.
  6. Oltre ai rimedi terapeutici contro la rinite allergica, sono utili anche quelli naturali. Alcuni cibi come liquirizia, ortica sotto forma di tisana, miele, tè verde sono molto utili per contrastare in modo naturale i sintomi della rinite allergica.
  7. La prevenzione è importante almeno quanto la cura. Per questo bisognerebbe cercare di vivere in un ambiente igienico, ben pulito. Particolare attenzione deve essere data alla pulizia dei materassi, dei guanciali, della biancheria, e bisogna evitare che si accumuli polvere, dove vivono gli acari. Non bisognerebbe aprire le finestre in primavera, quando possono entrare pollini. Meglio dotarsi di un apparecchio con i filtri per purificare l’aria.
  8. La rinite allergica in gravidanza causa, in un terzo dei casi, un miglioramento delle condizioni della donna, ed in un terzo dei casi il peggioramento. Nell’ultimo terzo, invece, le condizioni rimango stabili.
  9. Nella maggior parte dei casi, la rinite allergica non si manifesta da sola bensì accompagnata da congiuntivite allergica e dall’asma bronchiale.
  10. La rinite allergica non è, di base, un problema grave. Tuttavia non deve neppure essere sottovalutato perché si può incorrere in complicazioni o sviluppare patologie allergiche associate.

 

In Tema

Commenta